Dieta cane

INDICAZIONI ALIMENTARI CANE:

Fornire un alimento a base di carboidrati e un alimento con proteine di origine animale in un rapporto di 1:1 più un 10-15% di verdure. Per dare un’idea orientativa possiamo considerare nel cucciolo in accrescimento 20-30g.di alimento proteico per kg. di peso corporeo, più altrettanti carboidrati, nell’arco della giornata ; nell’adulto 15-20g.

CARBOIDRATI :

ALIMENTO PROTEICO :

riso ben cotto senza sale e scondito carne rossa ( cavallo, manzo, agnello )
pasta o pasta precotta per cani carne bianca ( pollo, tacchino, coniglio )
riso soffiato uova sode
cereali fioccati pesce bollito ( merluzzo , ecc. )
patate lessate formaggi freschi ( ricotta magra, stracchino)

 

Nel caso di un cane adulto di 10 Kg:

170 g di carboidrati + 170 g di alimento proteico + 34 g verdure = 374 g di alimento in 2 pasti.

 

Il cucciolo deve cibarsi con pasti più scarsi e frequenti ; in genere 4 pasti fino ai 2 mesi circa, 3 pasti fino ai 5-6 mesi e 2 pasti fino al raggiungimento dell’età adulta (10-12 mesi o più a seconda della razza ). Nell’adulto sono sufficienti 2 pasti al giorno. Tra un pasto e l’altro potete dare qualche passatempo che non aumenti in maniera significativa il bilancio calorico, ad es. ossa di pelle di bufalo, biscotti per cani, pezzettini di frutta, bastoncini al fluoro ecc.; è meglio abituare “ bene “ il nostro piccolo amico fin da cucciolo perché correggerlo da adulto è molto più difficile.

Tra le verdure vanno bene soprattutto: piselli, carote, zucchine. Da evitare in grosse quantità quelle ricche in acido ossalico (spinaci, bietole, cicorie, lattughe) che in parte fissano il calcio a livello intestinale rendendolo difficile per l’assorbimento e predispongono l’apparato urinario alla comparsa di calcoli.

 

Nel caso si segua una dieta casalinga integrale è necessario somministrare al cane un integratore vitaminico-minerale (FIBRAFOS).

Se si somministrano anche crocchette per cani abbassare la razione giornaliera. Marche di crocchette per cani consigliate: Hill’s, Royal Canin, Trainer, Forza 10, Club prolife, Progress, Optima Visan.

Un complemento utile può essere l’aggiunta di frutta di qualsiasi tipo in piccole quantità; attenzione alle banane che sono troppo dolci e alle ossa delle pesche o delle albicocche che si possono bloccare a livello intestinale. Dalla cucina si possono recuperare anche le carni e/o il pesce lessati, bolliti o cotti ai ferri a condizione che siano rigorosamente senza sale.

DA EVITARE

  • sughi, ragù, condimenti, pepe, sale, aglio, cipolle;
  • fritti, brasati, arrosti ;
  • dolci in genere cioè biscotti, paste, caramelle, brioches, gelati, ecc. ;
  • carne di maiale cioè prosciutto cotto o crudo, speck, mortadella, salame, coppa, braciole, salsicce, ecc.che provocano facilmente disturbi cutanei e/o gastrointestinali ;
  • ossa in genere che possono provocare fratture dentarie, abrasioni e/o escoriazioni interne e occlusioni intestinali (fecalomi) ;
  • formaggi stagionati e salati come pecorino, provolone, grana, ecc.